TITOLI, TAG E DESCRIZIONI – SFRUTTA LE PAROLE CHIAVE PER FARTI TROVARE SU ETSY –

Nei post precedenti ti ho parlato del perché dovresti aprire un negozio su Etsy, degli strumenti che trovi a  disposizione per crescere e migliorarti e della partita iva con l’intervista a Carlotta Cabiati. Adesso che i dubbi esistenziali sono dissipati è finalmente arrivato il momento di iniziare ad arredare il tuo negozio pubblicando le tue inserzioni! Ma da dove cominciare? Dai titoli, tag e dalle descrizioni, la struttura di base della SEO di Etsy fondamentale per farsi trovare.

TITOLI, TAG E DESCRIZIONI – SFRUTTA LE PAROLE CHIAVE PER FARTI TROVARE SU ETSY

Per fare in modo che i tuoi prodotti vengano proposti da Etsy nelle ricerche assicurati di:

  1. compilare tutti i campi delle caratteristiche del tuo prodotto. (se non trovi esattamente quella adatta a te inserisci quella che più si avvicina alla realtà)
  2. Usare bene le parole chiave: butta giù una serie di parole e piccole frasi che descrivono il tuo prodotto pensando a quali parole userebbe il tuo potenziale cliente per cercarlo.

Dedica del tempo alla ricerca e analisi delle parole chiave, questo passaggio ti premierà nel lungo periodo. Inoltre le parole che identificherai ti serviranno anche come bussola per titoli, descrizioni e Tag.

Per fare questo puoi usare 3 strumenti che ti aiutano a trovare sinonimi:

  1. La barra di ricerca di Etsy ( quella che usi anche tu per cercare prodotti). Se inizi a digitare una parola vedrai che Etsy ti proporrà delle parole e frasi, quelle sono alcune delle parole più cercate dagli utenti.
  2. La barra di ricerca di Amazon. Eh sì perché anche Amazon da qualche tempo ha aperto una sezione handamade (nulla a che fare con Etsy con impostazioni molto rigide) ed essendo l’e-commerce per eccellenza ti aiuterà ad allargare la mente e trovare altri sinonimi.
  3. Per fare un po’ di brainstorming puoi anche cercare nella barra di ricerca di Pinterest. anche li troverai un sacco di spunti utili per elaborare le tue keyword.
  4. E infine Etsy Rank, in inglese, ma è uno strumento che ti aiuterà in tutti gli aspetti della ricerca e analisi delle parole chiave. Puoi anche collegarlo al tuo negozio e ti fornirà ulteriori dati e statistiche oltre a quelli che già trovi sulla gestione del tuo negozio Etsy

Ok, fatta questa analisi passiamo alla parte di scrittura:

TITOLO:

  • Cerca di usare le parole chiave più cercate all’inizio del titolo.
  • Cerca di usare una frase discorsiva che spieghi il tuo prodotto non una serie di parole chiave buttate lì a caso

DESCRIZIONE:

  • Usa almeno 300 parole (non svenire, non sono poi molte dai, quando spieghi il tuo prodotto ne usi senz’altro di più..)
  • Metti le informazioni più importanti nella prima parte (entro le 160 parole)
  • Racconta la storia del tuo prodotto, l’amore con cui l’hai creato, come ti è venuta l’idea, coinvolgi lacuirente nel tuo mondo.
  • Ricorda che chi vede il tuo prodotto solo in foto, per pur spettacolari che siano, non può percepire la morbidezza, il profumo. La descrizione serve proprio a questo, a trasmettere questo concetto con le parole.
  • Descrivi i materiali che hai usato, il procedimento, se usi una tecnica particolare.
  • Non dimenticare la parte tecnica: specifica le dimensioni, spiega come come prendersene cura, (il tipo di lavaggio se è un capo di vestiario, il modo più inficiato di pluviali se è un gioiello una borsa ecc. ecc. )
  • Seppur scontato racconta come si usa e magari suggerisci nuovi modi di impiego.
  • Non dimenticare di inserire anche l’occasione per cui è pensato quell’oggetto o per chi. Spesso chi cerca un regalo non sa COSA cerca ma solo PER CHI lo cerca.
  • Se il prodotto è in coordinato con altri metti il link all’altra inserzione, questo aumenta la rilevanza.
  • Infine organizza il testo in modo che sia facile da leggere, non fare un muro di parole. Usa elenchi, paragrafi.

 Vedi che mettendoci dentro tutte queste informazioni arrivi presto a 300 parole 😀

TAG:

  • Ne hai 13 a disposizione (+13 per i materiali) usali tutti, non sprecare preziose opportunità di farti trovare.
  • Ripeti le parole chiave che hai già inserito nel titolo
  • Non ripetere le parole già usate nella categorizzazione del prodotto, sarà Etsy a valorizzare quell’aspetto.
  • Cerca di anticipare, per quanto possibile, le ricerche del tuo potenziale acquirente aggiungendo anche piccole frasi (entro i 20 caratteri)

Ecco fatto! Mancano ancora diversi passaggi ma questo è già un ottimo inizio. Oltre questi accorgimenti di natura SEO, che sono il minimo indispensabile per farti trovare, puoi sfruttare anche altre strategie, ma te ne parlerò nel prossimo post, settimana prossima.

Nel frattempo se vuoi venire a trovarmi anche su Instagram mi trovi qui: IG dell’Anto. A lunedì alterni c’è l’#EtsyTipdellAnto in cui ti svelo un trucchetto per  lavorare meglio su Etsy (l’altro lunedì il tip è su Pinterest 😉, a buon intenditor… ). Allora che fai, vieni? Dai ci vediamo lì 👋🏼!

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: