PINTEREST: PERCHÈ USARLO SE HAI UN NEGOZIO SU ETSY (MA ANCHE SE NON CE L’HAI 😉)

Perché usare Pinterest se hai un negozio Etsy? Tra tanti social e metodi per promuovere il tuo shop, come mai  Pinterest è il più efficace e pratico di tutti? Oggi ti racconto la storia di come ho conosciuto Pinterest, di come me ne sono innamorata subito e perché anche tu dovresti provare a giocarci!

ASCOLTA IL POST

 

PINTEREST: PERCHÈ USARLO SE HAI UN NEGOZIO SU ETSY

Pinna 📌 l’articolo sulle tue bacheche di Pinterest

Questo post parla un po’ di me è un po’ di Pinterest, ma anche della nostra relazione 😂!

Ho scoperto Pinterest quasi per caso, facendo una ricerca su internet (nell’internet di 4/5 anni fa che, sono certa ricorderai anche tu, era mooolto diverso da quello di oggi vero 😅?).
Non so neanche come, sono capitata su una grafica che ha subito catturato la mia attenzione e mi ha pure incuriosita 🤔: non ero finita su un sito tutto pieno di titoli e parole, ma vedevo solo quella che mi sembrava la copertina di un blog post. Cercando di capire meglio dove fossi finita mi sono resa conto di essere “a casa di qualcuno” che aveva raccolto in un unico posto diverse immagini che però, cliccandoci sopra, portavano tutte più o meno all’argomento che stavo cercando (che se non sbaglio era proprio la ricetta dei pancake 😋…ma sorvoliamo)

Dicevo: mi si è aperto un mondo meraviglioso e la differenza che ho notato subito è che non c’era interazione, o perlomeno veramente minima, e tutto quello che si vedeva in superficie non era che la classica “punta dell’iceberg” perché dietro ogni Pin, dietro ogni grafica o foto (oggi anche video) c’era un mondo da scoprire.

Meno chiacchiere e più risposte, meno interazioni e più scoperta.

Parecchie delle ricerche che facevo poi, mi portavano spesso su Etsy e, oltre a scoprire negozi in giro per il mondo che vendevano meraviglie, mi chiedevo come mai capitassi così spesso su Etsy 🤔.

Più scoprivo le potenzialità di Pinterest e più lo mettevo in relazione con il lavoro che facevo già su Etsy e i dati evidenti che raccoglievo non facevano altro che avvalorare i miei pensieri.

Da quel momento ho iniziato ad appassionarmi sempre di più allo strumento fino a farlo diventare parte fondante del mio lavoro di oggi.

Pinterest infatti funziona alla grande con Etsy per diversi motivi, due su tutti:

  • il primo: sono entrambi strumenti visuali, cioè usano le immagini per catturare l’attenzione (non lunghi video, non muri di parole)
  • il secondo: il pubblico di Pinterest è un “pubblico caldo” che fa ricerche con l’intenzione di acquistare, magari non subito ma lo farà. Raccoglie informazioni e idee per preparare un progetto e se durante le ricerche questi utenti si imbattono in un tuo pin, è molto probabile che la ricerca si concluda con una vendita.

PERCHÈ PINTEREST QUINDI

  1. Perché, a differenza di YouTube, è l’immediatezza di un’immagine a colpire. Su YouTube, per capire se nel video trovi la risposta che stai cercando, è necessario guardarlo per un po’ e non sempre si ha il tempo di vederlo fino in fondo.
  2. Perché, a differenza di Google, in una grafica ci stanno poche parole e devono essere scelte con cura. Con una ricerca su Google, per capire di cosa parla la risorsa che vogliamo cliccare, bisogna leggere le poche righe descrittive che stanno sotto al titolo che spesso, pur di farsi cliccare, sono fuorvianti e poi all’interno non trovi affatto quel che pensavi di trovare.
  3. Perché, a differenza di Instagram, ti porta a scoprire un mondo. Su Instagram c’è un unico link che ti porta fuori da Instagram e,  tra l’altro, te lo devi proprio andare a cercare. Instagram non vuole farti uscire da Instagram, Pinterest invece si, eccome!
  4. Perché, a differenza di Instagram e Facebook (e tutta la nuova compagnia dei social per millenials – leggi TikTok, Snapchat ecc), Pinterest è un motore di ricerca e non un social quindi i tuoi pin hanno vita eterna!

ANCHE IN BASE ALLE TUE NECESSITÀ

Puoi decidere di usare Pinterest anche in base alle tue necessità.

Hai bisogno di portare traffico al tuo negozio Etsy (o al tuo blog)? ➡️ Pinterest è perfetto

Hai bisogno di costruire una community e interagire con il tuo pubblico per promuovere i tuoi prodotti? ➡️ Pinterest non è il posto per te

Sei un introversa (come me 😊) e le relazioni non sono proprio il tuo forte? ➡️ Pinterest è il posto per te!

ADESSO E ORA MA SOLO SE…

Nessun se e nessun ma, oggi Pinterest “is the place to be” (tanto per rimanere in aria da San Francisco, sede di Pinterest).

Vuoi perché ci sono dentro fino al collo, perché mi piace, o forse solo perché non leggo e non mi interesso d’altro, causa forse anche l’inevitabile declino di Facebook, ultimamente sento parlare di Pinterest davvero dappertutto. Di fatto però, Pinterest ha avuto davvero un’impennata di successo (a gennaio negli USA era addirittura più usato di Snapchat 🙌🏼).

Finalmente sta arrivando anche da noi che, si, lo usavamo per prendere ispirazione ma eravamo più fruitori che attivi contribuenti. Ora molte artigiane si stanno rendendo conto delle potenzialità che offe questo potente strumento e si stanno buttando a capofitto.

Quindi ok, funziona alla grande e sta crescendo con numeri stratosferici ma è un canale su cui vale la pena investire per te? Per te non per il resto del mondo?

Questa è l’unica precauzione che devi prendere: verificare che il tuo target frequenti Pinterest? È difficile che non ci sia eh perché praticamente ogni categoria di utenti lo usa, ma verificarlo torna a tua vantaggio. Pinterest, per dare i suoi frutti, deve essere usato con costanza. Per ottenere risultati quindi ti devi impegnare. Impegnarti, faticare e investire tempo se poi chi compra i tuoi prodotti Pinterest non lo usa, è solo uno spreco di energie preziose.

COME CAPIRE SE PINTEREST FA PER TE (ma non solo Pinterest, anche praticamente TUTTO il resto)

Una delle prime “maestre” a cui mi sono affidata per la mia formazione all’inizio del mio percorso da freelance è stata irremovibile e ferrea su un punto in particolare: darmi degli obiettivi e che siano pure misurabili.

Aprire un account Pinterest per supportare il tuo negozio Etsy è, di fatto, un lavoro nel lavoro che va a sommarsi a tutti quelli che già devi fare come artigiana. Sapere cosa vuoi che Pinterest ti porti e monitorare i risultati ti servirà a capire se ne vale la pena.

Puoi dedicare tutto il tempo che hai a un progetto, metterci tutte le tue lacrime e il tuo sudore ma se non puoi misurare i tuoi sforzi e accertarti che stiano dando i loro frutti a che scopo tutto sto sbattimento? Pinterest non fa differenza.

Il mio obiettivo con Pinterest è far conoscere il mio blog (leggi -> portare traffico al mio sito) e regalare schede e check list alle mie lettrici (leggi -> far crescere gli iscritti alla mia newsletter).

I tuoi obiettivi con Pinterest quali sono?

Poi iniziare a buttarli giù in questa scheda che ho preparato per te, scaricala qui sotto.

Per tutto il resto… ci vediamo in giro nell’internet!

P.s. Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere anche questo mio altro post su Pinterest 😉!

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: