COME RENDERE RICONOSCIBILI LE TUE FOTO NEL (WORLDWIDE) WEB

Non è certo con il famigerato watermark che le tue foto si riconosceranno in giro per il web. Come fare allora per far dire:” ah ma questa foto è di…. “! PROPRIO LA TUA! Lo vediamo nel post di oggi.

Il punto fondamentale da cui partire se vogliamo parlare di “riconoscibilità” è senz’altro il branding.

Non riuscirai mai ad uniformare le tue foto (e nemmeno il tuo messaggio) se prima non butti giù le caratteristiche fondamentali del tuo brand.

Colori, foto logo ecc sono la parte grafica, che è senz’altro importante, ma che puoi riportare solo in parte nelle foto. 
Parti proprio dall’essenza del tuo brand e anche dalla tua. Quali sono i punti cardine del tuo brand?

È essenziale? Minimalista? Ecologico? Chic? Urbano?…. cerca di dare una tua definizione e prova a immaginare come potresti trasmettere questo concetto, cosa ti evoca?

A me per esempio “urbano” fa pensare a una parete di mattoni grezzi, tipo quelli faccia a vista delle zone industriali londinesi, hai presente? Allora perché un muro di mattoni a vista non potrebbe essere proprio lo sfondo delle tue foto?

Foto by Bottega di Cartone. Nel suo negozio Virna predilige questo sfondo che uniforma e da continuità alla sua vetrina ma nello stesso tempo si adatta perfettamente alle sue sagome di cartone. https://www.etsy.com/it/shop/bottegadicartone

Prova a fare questo esperimento. Chiudi gli occhi per un attimo e pensa a cosa vuoi trasmettere con il tuo brand. 

COME TRASMETTERE QUESTA SENSAZIONE

Ora che hai le idee un po’ più chiare sul messaggio da trasmettere devi scegliere oggetti, luci e inquadrature che lo ricordino.

Prendiamo ad esempio le foto di Valefatina. Anche se si tratta di food il suo stile è inconfondibile. A partire dall’inquadratura, molte in flat lay, alla luce, gli sfondi, gli oggetti di scena, anche l’organizzazione della foto è caratteristica. Si riconosce molto del suo brand nel suo feed di Instagram.

Valentina usa sempre un certo tipo di props (o oggetti di scena) per ambientare le sue foto. Un canovaccio, un ingrediente della ricetta, una posata. Tutto ricorda lei, il suo lavoro e la ricetta stessa.

Ha diversi sfondi che usa per le sue foto e che ripetuti nel feed (di Instagram) creano uniformità. Tu puoi fare lo stesso per la vetrina del tuo negozio (ma anche per il tuo Instagram 😉).
In questo modo anche lo sfondo diventa parte della foto e contribuisce a caratterizzarla.

La luce è un’altro aspetto fondamentale delle foto. Molta o poca è sempre la luce che crea l’atmosfera.

La prima artista della fotografia che mi viene in mente per renderti chiaro questo esempio è Giulia Russo (Giui). Anche se le sue foto sono particolarmente “scure” il suo modo di creare atmosfera, di tirare fuori i colori e il soggetto e farli letteralmente balzare fuori dalla foto, è il suo tratto distintivo. Lo capici subito che quello è un suo scatto.

Puoi dare carattere alle tue foto anche con molta luce, come è di fatto preferibile per i listing di Etsy.

QUESTIONE WATERMARK

Negli anni ho imparato che la discussione watermark si o watermark no è proprio un argomento che divide le folle.

Ne avevamo già parlato, appunto con Valentina, nell’intervista che trovi qui, ma oggi voglio prendere in considerazione la questione da un punto di vista, più vicino a Etsy.

Hai presente quelle mail che ogni tanto manda Etsy, (“Acquisti da non perdere”, “Nuova settimana nuove scoperte” ecc.)?
Comparire con una tua foto in quelle mail è come vincere alla lotteria: hai il 90% di probabilità di concludere una vendita. Ho detto 1? Intendevo una valanga 😂.

Ma Etsy scarta a priori le foto che presentano un watermark! 

Non è il watermerk che rende distintive le tue foto. Se pensi poi che oggi è super facile rimuoverlo (con qualsiasi app anche gratuita) non vale la pena di rovinare una bella foto con del testo o un logo, quello puoi farlo su Pinterest 😉!

Tra l’altro non serve nemmeno a “proteggere” la tua idea, a volte nemmeno un brevetto lo fa, figurati un watermark!

È pur vero che, in alcuni contesti in cui il mercato davvero si litiga quel tipo di foto, una “scritta” che riporta al tuo sito male non fa, se non altro ti porterà traffico. È una scelta che sta a te, da fare in base a obiettivi, target ecc. Di base io ti consiglio di NON metterlo.

Qualunque strada tu decida di prendere su una cosa non devi mollare: non è facile trovare il proprio stile. C’è a chi viene spontaneo e chi invece ci deve lavorare parecchio ma fidati che prima o poi lo trovi e allora si che la gente dirà:” Ah, ma questa l’ha scattata….”TU!

Ora se vuoi fare un po ‘ di brainstorming per identificare quali sono gli elementi fondamentali per sottolineare le caratteristiche e affermare la tua unicità puoi scaricare la scheda qui sotto ⬇️

PINNAMI 📌!

 

 

 

 

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: