COME PROMUOVERE IL TUO NEGOZIO ETSY 

Nell’articolo di due settimane fa abbiamo visto come collegare il tuo negozio Etsy ai principali social per iniziare a promuovere le tue creazioni già comodamente dall’interno del tuo shop. Oggi vediamo come promuovere il tuo negozio Etsy!

ASCOLTA IL BLOG POST

 

COME PROMUOVERE IL TUO NEGOZIO ETSY 

📌 pinna per leggere più tardi

Ormai abbiamo già ampiamente risposto alla domanda: ha senso promuovere il mio negozio Etsy sui social? Se avevi ancora qualche dubbio te lo tolgo subito, la risposta è SI, eccome!! Come ti dicevo la scorsa settimana, Etsy funziona alla grande ma se gli dai una mano, FUNZIONA ANCORA MEGLIO!

Per cui si, per far funzionare il tuo negozio è necessario farlo conoscere e promuoverlo scegliendo con cura i luoghi frequentati dal tuo pubblico e concentrando lì i tuoi sforzi di marketing.

I social sono una risorsa fondamentale per la promozione del tuo negozio ma non devono diventare la tua vetrina in cui non perdi occasione per mostrare i tuoi prodotti invitando all’acquisto.

I social sono nati per la socializzazione e non per la vendita. Anche se alcuni canali si prestano più di altri, lo scopo principale è interagire con i tuoi followers, creare un gruppo di persone interessate al tuo prodotto e al tuo brand lavorando sull’aspetto relazionale più che commerciale.

Per fare in modo che questo accada è necessario usare i social in modo strategico evitando di impostare tutta la comunicazione sulla vendita e creando invece un mix di contenuti di varia natura che ti aiutino a non diventare monotona ma soprattutto non  monotematica. Ecco perché creare diverse tipologie di contenuti diventa una strategia vincente.

I DIVERSI TIPI DI CONTENUTI

Per evitare di monopolizzare la conversazione parlando solo ed esclusivamente del tuo prodotto puoi scegliere di affrontare argomenti diversi: che siano d’interesse per il tuo pubblico, di ispirazione, motivazionali, informativi, rendendoli magari appuntamenti periodici (mi riferisco alle rubriche per esempio ). Insomma puoi scegliere il taglio che ti viene più naturale per gestire la tua comunicazione .

Lo scopo è intrattenere, ispirare e interagire con il tuo pubblico, cercando di intavolare una conversazione bidirezionale dove anche loro hanno voce, si confrontano con te, ti fanno domande e ti danno la loro opinione.

Questo non solo ti permetterà di creare interesse in quel che fai, ma ti aiuterà anche a capire meglio come soddisfare le loro esigenze magari modificando il tuo prodotto proprio in base ai loro suggerimenti (più o meno velati 😅)

PROMUOVERTI CONTINUANDO A PRODURRE: IMPOSTARE UN CALENDARIO EDITORIALE

Certo è fondamentale farsi conoscere ma, a meno che tu non abbia una famiglia super numerosa che ti aiuta con la produzione, dovrai trovare un equilibrio e ottimizzare la massimo i tempi della preparazione dei contenuti per la tua promozione.

Se stai già usando i social sai bene cosa intendo dire 😜, ecco perché il tempo dedicato a farti conoscere deve necessariamente portare risultati in termini di conversioni (vendite 🤑) .

Ecco perché buttare giù un piano di battaglia, che ti permetta di seguire solo la rotta perché il lavoro grosso lo hai già fatto a monte, è un toccasana per la tua presenza sui social ma anche, e soprattutto, per la tua attività in termini generali.

Questo piano di battaglia è detto anche “calendario editoriale”, e son certa che ne avrai già sentito parlare.

Puoi partire a impostare il tuo calendario editoriale lavorando su 3 macro argomenti da trattare per interagire con il tuo pubblico:

  • Contenuti promozionali
  • Contenuti per intrattenere 
  • Contenuti utili 

Usando questi 3 macro tipi di contenuti non sarai pesante parlando solo del tuo prodotto, creerai interazione e interesse.

Con me funziona alla grande: preparare a grandi linee gli argomenti di cui voglio parlare nel corso della settimana (su Instagram per esempio) mi aiuta ad essere più produttiva e a risparmiare tempo perché il macro argomento del giorno è già deciso, dovrò solo elaborare e definire i dettagli. Molto spesso l’idea del post è già abbozzata nella mia bacheca di Trello che dedico alle idee volanti (quelle che vengono sotto la doccia, mentre fai la coda alla posta, mentre fai la spesa… hai presente quei momenti li no 😅?).

In questo modo abbatto drasticamente l’ansia mattutina da “ ..e oggi cosa posto 🤔”.

Certo questo schema di argomenti può benissimo essere stravolto da fatti esterni, da un carico di lavoro inaspettato o da 3000 imprevisti ed è normale che sia così, è la vita, non puoi prevedere tutto. Ma, avendo già una linea generale da seguire, sarà più semplice integrare la news del giorno o spostare un post qualche giorno avanti perché hai avuto un imprevisto o semplicemente perché quel giorno non ne hai voglia (io assecondo spesso la mia scarsa attitudine alla socialità e quando prende il sopravvento sparisco per qualche tempo. È più che normale e, se succede anche a te, non devi sentirti in colpa se per qualche tempo scomparsi dai radar, non sentirti in dovere di postare e di esserci anche se non ne hai voglia).

L’attività di promozione deve essere integrata nella tua routine giornaliera fatta di mille altri aspetti che ruotano intorno al tuo biz. (produzione/amministrazione/customer care ecc, li conosci bene tutti vero?) ecco perché iniziare con 2/3 post a  settimana per Instagram e 5/10 pin al giorno u Pinterest è più che ottimo per un iniziare.

Per farti un esempio ho preparato uno schema di una settimana tipo, puoi scaricarlo qui sotto ⬇️


ALTRE SPIAGGE, ALTRO MARE 

Anche se questo è il mese dei social, quando parliamo di promozione di un negozio, non possiamo proprio non parlare di newsletter e blog altri due grandi strumenti da non sottovalutare.

Lo sento già cosa stai dicendo li dentro di te: “ io non so scrivere, e poi di cosa scrivo?”
“ma un blog 😱, ma Anto sei matta, già faccio fatica a star dietro a Instagram figurati se mi metto scrivere” , “La newsletter?? E a chi la scrivo? A mia sorella?

Con un blog o una newsletter la comunicazione con il tuo pubblico diventa molto più diretta e assolutamente non dipendente da un algoritmo o dai tempi dettati dal social in questione.

Con un blog puoi raccontare la tua storia, il tuo prodotto le tue passioni avvicinandoti ancora di più al tuo pubblico.

La newsletter è ancora più intima perché arrivi direttamente da loro, nella loro casella di posta e sono loro che hanno scelto di farti entrare.

Se ancora non te la senti di iniziare con un blog prova a fare lo stesso, ma più in piccolo, sfruttando per esempio Instagram. Si chiama “microblogging” e puoi sfruttare quei 2200 caratteri della caption per farlo. Se poi vedi che ti appassiona e ti piace …. ecco fatto, dovrai solo strutturarsi un po’ per aprire un blog in piena regola.

Potrei citare ancora altri modi di promuovere il tuo negozio: con un canale su YouTube, con un podcast ma il punto è che senza una traccia da seguire aggiungeresti solo ’altra ansia alla lista di quelle del mattino.

Sentiti libera di sperimentare e di trovare la tua dimensione ideale per promuoverti.

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: