COME ORGANIZZARE LE GIORNATE FRENETICHE DEL TUO BIZ SU ETSY

Come ti avevo già detto ottobre è il mese dell’organizzazione e allora oggi vorrei darti qualche dritta per aiutarti a gestire la tua attività e organizzare le giornate frenetiche del tuo biz su Etsy.

Se la tua giornata è frenetica, piena di imprevisti e incasinata come la mia magari il mio esempio, di come faccio io a saltarci fuori ogni giorno, esausta ma soddisfatta, potrebbe esserti utile.

COME ORGANIZZARE LE GIORNATE FRENETICHE DEL TUO BIZ SU ETSY

PINNALO PER DOPO 📌

PRIMA DI ADESSO

La mia situazione è un po’ particolare: da qualche anno ormai ho 2 lavori.
Il primo, quello “ufficiale”, è un po’ anomalo. Ci sono giorni più incasinati di altri (come del resto in tutti i lavori 😅),  il fatto è che non ho orari fissi. Potrei essere super impegnata per 4 ore di fila oppure avere da fare 1 piccola cosa ogni 40 minuti oppure, ancora, avere 3 ore di telefonate filate. Insomma dipende.
Con tutte queste variabili, impostare una gestione giornaliera è stata un’impresa.
Dopo aver testato diversi metodi per cercare di organizzare al meglio la mia giornata, sono finalmente arrivata a un punto in cui sono abbastanza soddisfatta dei risultati e, nonostante ci sia ancora margine di miglioramento, so di aver fatto passi da gigante rispetto ai primi tempi.

Ti racconto questo perché non è affatto facile trovare il proprio metodo, la propria procedura organizzativa. Ci vogliono tempo e prove, ma magari a te va bene al primo tentativo chi lo sa, tutto sta nel provare.

PIANIFICA PIÙ A LUNGO CHE PUOI

Pianificare un anno intero di attività 😱?
Quando ho sentito questo consiglio per la prima volta pensavo di aver capito male. Però così diceva il corso e quindi ho obbedito.

Ho organizzato un anno intero di lavoro e ho capito che, avere una visione a lungo termine, poteva avere un senso, ma per me un anno era davvero troppo lungo. Troppe cose cambiano in un così ampio lasso di tempo per poter prevedere tanto avanti, così ho provato a ridurre i tempi impostando un programma trimestrale, con qualche idea per i trimestri successivi (solo abbozzata, non scritta sulla pietra 😉) su cui lavorare solo se ha ancora senso farlo.

Questo mi ha reso la pianificazione più snella e decisamente più efficace. 

Avere un’idea di cosa succederà durante l’anno e mettere in programma gli eventi più importanti va bene, ma non ho trovato utile scendere in ulteriori dettagli .

Quindi sono partita segnandomi tutte le date importanti, legate alle ricorrenze dell’anno (Natale, Pasqua, il mio compleanno, le fiere più importanti a cui avrei voluto partecipare… insomma tutte le date che per me aveva un senso considerare) e ho pianificato cosa, come e quando farlo nel periodo a ridosso di quelle date.

Questo ha già definito e messo a fuoco molto del mio anno di lavoro. Poi da qui a organizzare i vari trimestri è stato molto più semplice.

Per te che crei questo esempio potrebbe tradursi in:

per produrre fisicamente la quantità necessaria di prodotti da mettere sullo shop a Natale, non puoi certo cominciare a ordinare i materiali che ti servono per crearli a inizio dicembre, ne tantomeno puoi pensare di iniziare a promuovere la tua offerta speciale il 20/12 no? Ecco cosa intendo per “programmare a lungo termine” 😉

La stessa cosa vale per Halloween: il tuo target dovrà pur sapere cosa proponi per questa terrificante notte, altrimenti come faranno a valutare se acquistare da te o meno ?

Idem per gli eventi dal vivo a cui decidi di partecipare (come ad esempio i mercatini se li fai)
I tuoi potenziali clienti dovranno pur sapere che a quel market ci sarai anche tu per poter venire a trovarti no?

Una volta che avrai impostato queste date vedrai che la nebbia della pianificazione annuale si dirada velocemente e non ti resterà che riempire gli spazi vuoti che ti sono rimasti.

Se non ti senti ancora pronta per pianificare un anno intero prova con un trimestre alla volta (sempre con un occhio a quelli successivi però, mi raccomando) come ti dicevo per me così ha funzionato molto meglio.

FAI UNA LISTA DELLE COSE DA FARE OGNI GIORNO

Ora che il grosso è fatto puoi decidere i tuoi obiettivi mensili.

Scrivi dove vuoi arrivare ogni mese: guadagnare 500€, chiudere 20 vendite, produrre 5 …. (quel che crei tu) per fare un po’ di magazzino ….

Ora scomponili ancora in “sotto obiettivi” settimanali (100€ a settimana, 5 vendite, 1 (quel che vuoi tu) pronto da vendere.

E scendi ancora più nel dettaglio con una lista di cose da fare ogni giorno per arrivare a quel obiettivo.

Scomporre il processo in tanti piccoli “sotto task” ti darà più soddisfazioni a fine giornata perché

  1. avrai spuntato tutta la tua lista
  2. permetterà di focalizzare maggiormente la tua attenzione su un passaggio alla volta

Sarà come salire una scala, un gradino alla volta, fino in cima.

Ora non ti resta che applicare questa procedura per tutte le altre attività del tuo business (promozione, foto, gestione del negozio ecc) ,aggiungere i relativi task alla giornata e il gioco è fatto 😂.

N.B. Non sovraccaricare la tua to do list giornaliera però, altrimenti il 3° giorno sarai già cotta. Vedi prossimo paragrafo 😉 ⬇️.

DATTI DEGLI ORARI DI LAVORO

Lo so bene che all’inizio ti senti Wonder Woman: perfettamente in grado di gestire il primo lavoro, la casa, figli e pure il negozio Etsy.
Ti assicuro però che dura poco. Dopo qualche tempo sarai talmente cotta da non distinguere nemmeno più per quale dei 4 macro gruppi stai lavorando.

Per questo motivo ti stra consiglio di darti anche degli orari di lavoro. Decidi e delimita il tempo da dedicare alla tua attività.

Prima di tutto non fare l’errore di sopravvalutare il tempo che hai davvero a disposizione: se durante la settimana hai la visita dal dentista, la riunione della scuola e palestra devi segnare quel tempo come “occupato”.

Se hai un’altro lavoro dalle 9,00alle 13,00 di tutti i giorni considera anche il tempo che ci metti per andare e tornare a casa e anche le eventuali commissioni che ti fermi a fare tanto perché “già che son fuori passo anche in posta!”

Una volta fatto questo avrai ben chiaro come impostare al meglio il tempo che resta, gestire la tua giornata lavorativa e darti degli orari mooolto vicini alla realtà della tua vita quotidiana 😉

RISORSE

Ti avevo già parlato di organizzazione in questo post di inizio anno.

QUI puoi scaricare il pdf  con il mio personale metodo di to do list divisa per progetto e un planning settimanale (fino a dicembre 2020).

Se sei un’ analogica a cui piace la carta e la scrittura a mano, sono certa che troverai molto utile il SUPER PLANNER di Chiara di “Chiaridee”.
È fighissimo e ti aiuta per la gestione del lavoro e della promozione.

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: