ETSY AUMENTA – ANCORA – LA PERCENTUALE DELLE COMMISSIONI 😱!!! CHE FARE?

AGGIORNATO IN APRILE 2022

È arrivata anche a te la mail di Etsy in cui ci comunica l’aumento del costo delle commissioni? Ebbene si, a partire dal 16 luglio le commissioni passeranno da 3,5% a 5% e saranno estese anche ai costi di spedizione. Allora calma un attimo e valutiamo la cosa da tutti i punti di vista. 

AGGIORNAMENTO APRILE 2022
A febbraio 2022 arrivò un’altra mail dal nostro caro Josh Silverman, CEO di Etsy, che annunciava un altro aumento delle commissioni: l’11 APRILE 2022 le commissioni sulla transazione sarebbero passate dal 5% al 6,5% un aumento dell’1,5%. In questo post, faccio le mie riflessioni su questo aumento, considerando i dati di fatto, gli aspetti positivi (che ci sono sempre) e come puoi adeguarti tu a questo nuovo cambiamento!

SE VUOI IL BLOG TE LO LEGGO IO 😉. CLICCA PLAY ▶️ E GODITELA 😌

aumento commissioni Etsy
Sai che su Pinterest puoi creare una bacheca per raccogliere tutti i post e i contenuti che trovi in giro per il web per tornare a rilegerli con calma o trovarli più facilmente? 📌 Pinna questa grafica (o una di quelle che trovi in fondo all’articolo) nella tua “bacheca libreria” per creare la tua personale biblioteca di risorse 😉

ETSY NON È UNA NO PROFIT

Etsy è un’azienda, quotata in borsa, che punta al guadagno. Non è un ente benefico e come tale è normale che si evolva e apporti delle modifiche, anche aumentando i prezzi dei suoi servizi.

Se tu avessi un negozio fisico quante sarebbero le spese da sostenere tutti i mesi (affitto, bollette, pulizie…. e non aggiungo altro)? Pensa poi se decidessi di cambiare la scaffalatura, aggiungere una teda frangisole che rinfresca quella vetrina su cui batte il sole tutto il giorno. Insomma fare delle migliorie per rendere il tuo negozio più accogliente e funzionale non fa parte del business?

Certo è vero: algoritmo, visibilità, aggiornamenti e modifiche sono tutte decisioni che prende Etsy in autonomia (sebbene il confronto con i proprietari di negozi sia molto più tangibile se paragonato a quello di Amazon, per esempio 😜). D’altra parte tu a casa tua non faresti lo stesso?

Guardiamo la cosa anche ipotizzando di avere un sito proprietario: se il costo annuo per il rinnovo della licenza di quel particolare plugin aumentasse, che faresti? Scriveresti al creatore del plug in? O magari ne cercheresti un altro più economico ma

  • dopo qualche anno ti ritroveresti nella stessa situazione
  • quanto tempo dovresti investire per sistemare e adeguare tutto al nuovo plug in?

E su quest’ultima parte parlo per esperienza personale 😅, ti assicuro che per risparmiare 20€ ne avrò persi almeno un centinaio 😂!

MA È PROPRIO UNA BRUTTISSIMA NOTIZIA? IO NON CREDO

VANTAGGI: (ebbene si! Io l’inguaribile ottimista, vedo vantaggi anche in questi momenti 😂)

  1. Etsy non ha annunciato rincari a fronte di nulla. Molto bolle in pentola a partire dai nuovi pacchetti a pagamento con un sacco di proposte interessanti per aiutarti a strutturare il tuo business (io non vedo l’ora di scoprire di cosa si tratta 😁😁).
    Rumors parlano anche di veri e propri spot televisivi sulle tv americane per cominciare. È nella natura del buon imprenditore investire nella propria azienda ed e proprio ciò che Etsy sta facendo.

    Agg. Questi spot sono poi stati creati e, a detta di molte venditrici americane, hanno portato un sacco di visibilità sia ai negozio sia (ovviamente) alla piattaforma 😉!
  2. Pensa a quanti concorrenti poco strutturati e poco convinti ti lascerai alle spalle, saranno quelli i primi che si faranno prendere dal panico e fuggiranno a gambe levate. Il cambiamento fa paura, certo, ma quelli che restano sono destinati a grandi cose.
  3. Ora che anche le spedizioni  verranno tassate potrai finalmente testare la magia della spedizione gratuita: carichi tutto sul prodotto e invogli con ZERO costi di spedizione. Che ti costa, tanto adesso paghi uguale, vale la pena di tentare no??

IN OGNI CASO RESTA LA PIATTAFORMA CON I COSTI PIÙ BASSI

Nonostante questo secondo aumento (dopo 4 anni dall’ultimo….) Etsy rimane il marketplace con i costi più bassi del mercato.

Se pensi che Ebay trattiene circa il 14%, Amazon qualcosina di più perché più o meno si arriva al 15%, Etsy con il suo 10%/12% (sponsorizzate ESCLUSE ☝🏼) rimane il marketplace con le spese più basse che, in ogni caso, vengono trattenute SOLO una volta CONCLUSA la vendita.

Questo ad esempio non è il caso di Shopify dove, per aprire il tuo e-commerce la prima fascia di piano in abbonamento mensile parte da 27€  (dato al 25/03/2022) che tu venda oppure no 😏! Un costo fisso da non sottovalutare 😉!

COSA PUOI FARE TU ADESSO

  • Scappare a gambe levate su un’altra piattaforma rimandando il problema a tra qualche tempo
  • Chiudere la tua piccola attività, buttare alle ortiche anni di lavoro e rinunciare al tuo sogno
  • Rimanere li a maledire Etsy per l’aumento dei prezzi oppureeeee

tirarti su le maniche e affrontare la cosa: 

  • Alza anche tu i tuoi prezzi (ti sento eh, che sei già partita col: “ eccola li, è arrivata lei a dire di alzare i prezzi. Ma se i miei concorrenti hanno prezzi più bassi dei miei/poi non compra più nessuno/ ecc. ecc.) ricorda che stiamo parlando di un aumento di 1,5% vuol dire che su 10€ l’aumento è di 0,15€
    Ricalcola bene i tuoi pezzi in modo da starci dentro. Ho aggiornato il foglio excel per calcolare il prezzo dei tuoi prodotti comprese le commissioni di Etsy. Lo puoi scaricare qui ⬇️

  • Rifinisci meglio i tuoi prodotti, dagli una marcia in più, crea del valore aggiunto, trasmetti la tua unicità
  • trova il modo migliore per soddisfare i bisogni dei tuoi clienti
  • Lavora sulla SEO tuo negozio per dargli una visibilità migliore.
  • Strutturati e organizzati bene per non sprecare tempo e ottimizzare al meglio ogni processo produttivo
  • Butta giù una buona strategia per i tuoi social (ma di questo parleremo in un altro post 😉)

Nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile. Rimanere e tirarsi su le maniche ti renderà più forte, più strutturata, con l’ennesima cicatrice di una battaglia vinta, con una tacca in più che attesta la tua forza d’animo e consolida l’unicità dei tuoi prodotti .

E SE PROPRIO NON VA?

Se tra qualche mese, dopo aver testato sulla tua pelle questi aumenti non ci salterai fuori, allora avrà senso pensare di cambiare strada. Sei sempre stata ospite a casa di altri e hai dovuto sottostare alle sue regole, come del resto stai facendo per la tua comunicazione: se domani Instagram chiude, tu che fai ? Resti a piedi? Perdi tutti i tuoi contatti, i tuoi clienti e la possibilità di parlargli? Certo che no!

Sfrutta Etsy ancora un po’ e fai esperienza facendo crescere parallelamente il tuo spazio nel mondo. Apri il tuo sito, inizi a raccogliere contatti in maniera costante (magari anche iniziando a costruire la tua lista di indirizzi mail per cominciare a mandare una newsletter… io la butto li eh ma Pinterest per questo è P E R F E T T T O 😉) , matura esperienza e autostima e non è detto che rimarrai ospite a casa di Etsy per sempre.
Pensalo come a un un momento di passaggio per arrivare a gestire il tuo business in autonomia.

E ora dimmi, che intenzioni hai? Scrivimi nei commenti qui sotto!

P.s. Questo post è stato scritto per la prima volta il 21 giugno 2018 ma è uno di quei post che tengo costantemente aggiornati. Ecco perché trovi tutto la cronistoria di quel che è successo 😉!

📌 PINNA SU PINTEREST LA GRAFICA CHE TI PIACE DI PIÙ ⬇️ per leggere il post più tardi se ora non hai tempo!

Aumento-commissioni-Etsy_2022
Nuovo-aumento-commissioni-Etsy
Etsy-aumento-65

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: