PINTEREST AGGIORNA L’ALGORITMO: COME SFRUTTARE IL NUOVO SISTEMA

Di solito al grido di ” aggiornamento dell’algoritmo di … – e la piattaforma di turno – si scatena sempre un putiferio di ansia, rabbia e insofferenza di tutti coloro che avevano appena sistemato la propria strategia di marketing.

ASCOLTA IL BLOG POST

 

Aggiornamento dell'algoritmo di Pinterest

Pinna 📌 l’articolo per leggerlo su Pinterest

E verissimo che le linee guida erano cambiate da poco. Verso la fine della primavera infatti, erano già usciti i primi rumors sulla nuova dichiarazione di Pinterest di preferire, anzi direi meglio spingere, i creatori a pinnare fresh pins (ovvero contenuti nuovi e originali).

Già da allora era chiaro che la direzione di rotta di Pinterest sarebbe cambiata di li a poco, e infatti… è arrivato un nuovo aggiornamento, e non è detto che non ne seguiranno altri, proprio per la natura mutevole di questo nuovo sistema di Pinterest.

Il fastidio che crea una notizia come questa è del tutto comprensibile ma l’aggiornamento dell’algoritmo è una cosa che succede su ogni piattaforma. Lo scopo è quello di dare la miglior esperienza possibile ai suoi fruitori, in questo caso i pinners, e non è affatto da prendere come una congiura contro chi, come noi me compresa, lo usa per promuovere la propria attività.
Dobbiamo prenderla con filosofia e guardare il lato positivo: l’aggiornamento dell’algoritmo non dipende da noi e guardare al cambiamento come a una nuova opportunità, a un’altra l’occasione di fare anche noi qualcosa di nuovo ci eviterà un sacco di gastriti 😂 .

Questo ultimo aggiornamento dell’algoritmo di Pinterest è entrato in vigore intorno alla metà luglio. così, quatto quatto mentre tutti avevamo la già in ferie 😂.

COSA E CAMBIATO in PRATICA

Prima di questo aggiornamento, Pinterest proponeva i pin che popolavano l’home feed di ogni pinner con un sistema predittivo.
Vale a dire che i contenuti che ognuno di noi vedeva nella schermata principale, quella che si apre non appena accediamo a Pinterest, ci venivano proposti in base allo storico dei nostri interessi, ai click sui pin, ai salvataggi, alle bacheche e alle persone che seguiamo, alle nostre ricerche, insomma in base alla nostra attività su Pinterest l’algoritmo selezionava quali contenuti mostrarci in base a una predizione di interesse.

Questo perché Pinterest vuole rendere l’home feed di ogni pinner il più possibile personalizzato, in linea con le nostre preferenze con l’intento di farci interagire di più, ispirarci e farci trovare quel cerchiamo.

In questo modo però, se ad esempio io non avessi mai cliccato su un video Pinterest col tempo avrebbe escluso i video dal mio feed abbassando drasticamente la possibilità che io li veda. Questo però non significa che io non sono affatto interessata ai video è solo che finora non ne ho trovati di interessanti.

Ora che la tipologia di contenuti si è molto arricchita (oltre ai PIN statici ci sono anche i video Pin, le gif, i caroselli, gli story pin da questi ultimi da noi ancora non sono arrivati) Pinterest vuole che tutti possano fruire di questa ricchezza di contenuti ed ecco perché questa modifica all’algoritmo che ora diventa, come detto da Pinterest, a DISTRIBUZIONE CONTROLLATA.

Questo non significa che ora non vedremo più quello che ci piace trovare su Pinterest ma solamente che, DOPO il nostro solito feed generato con il sistema predittivo, Pinterest integrerà le proposte di contenuti con nuovi tipi di contenuti cioè video, gif ecc. arricchendo e rinfrescando il nostro home feed ad ogni accesso. Se poi interagiremo con questi “nuovi” contenuti allora Pinterest li integrerà nelle proposta.

COME ADEGUARSI ALL’AGGIORNAMENTO DELL’ ALGORITMO

Essendo un algoritmo che calcola in tempo reale le preferenze di ogni pinner, sarà in continua evoluzione 😱 . Come possiamo allora ottimizzare i nostri contenuti per un algoritmo che cambia in continuazione? E come fare per riuscire ad arrivare comunque sotto gli occhi dei nostri potenziali clienti?

Seguendo le linee guida suggerite da Pinterest e cioè  ⬇️

DIVERSIFICANDO LA NOSTRA  PROPOSTA DI CONTENUTI CREANDONE DI DIVERSI TIPI  

Ad esempio: se fino ad ora hai pinnato solo le foto dei listing di Etsy considera di iniziare a pinnare anche i video.
Come certo saprai anche Etsy ha introdotto da poco la possibilità di aggiungere brevi video alle 10 foto. Questa è una di quelle tipiche situazioni in cui si prendono 2 piccioni con una fava: una volta creato il video per Etsy , magari in cui mostri come usare il tuo prodotto, puoi benissimo sfruttare quel contenuto anche per promuovere la tua creazione creando un pin ad hoc da pubblicare su Pinterest.

Vedi allora che l’aggiornamento dell’algoritmo non è poi una catastrofe ma un ottima occasione di crescita.

 

Aggiornamento dell'algoritmo di Pinterest

Scegli l’immagine che preferisci per pinnare 📌 l’articolo nelle tue bacheche di Pinterest per creare la tua personale raccolta di informazioni

You Might Also Like

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: